Crea sito
Menu

Cronache di altri mondi: Isekai e Wuxia

29 Dicembre, 2019 - Misteri
Cronache di altri mondi: Isekai e Wuxia

Cronache di altri mondi: Isekai e Wuxia

I manga (fumetti) e gli anime (cartoni animati) giapponesi nell’ultimo ventennio hanno trovato un pubblico sempre più ampio anche nel mercato occidentale. A questi si sono affiancati di recente anche i prodotti artistici della Cina e del Sud Korea i cui fumetti si chiamano rispettivamente manhua (漫畫漫画) e manhwa (만화漫畵). Dal circuito coreano, seguito subito a ruota da quello cinese, hanno avuto origine anche i primi webtoons (fumetti in formato esclusivamente digitale ottimizzati per il web).

Per capire le differenze puoi visitare questo link (solo lingua inglese) webtoons.com
Da questi i generi trattati sono tantissimi ma di recente si stanno affermando sempre di più quelli Isekai e Wuxia. Di cosa si tratta e perché sono interessanti?
In giapponese Isekai significa mondo differente e il suo genere letterario fa riferimento alle storie in cui i protagonisti vengono proiettati su altri mondi o dimensioni parallele. Questo genere ha origini antiche e in occidente corrisponde ai nostri generi epici, fantascientifici e fantasy (basti pensare a racconti come Alice nel Paese delle Meraviglie o a John Carter di Marte, gli esempi possono essere innumerevoli).
Il termine cinese Wuxia si riferisce al genere letterario in cui i protagonisti sono eroi esperti di arti marziali.
I racconti più avvincenti e più diffusi sono appunto quelli con i due generi uniti e che hanno come personaggio principale un eroe (sia maschile che femminile) le cui vicende si svolgono su un altro mondo o in un’altra dimensione. Quasi sempre il protagonista è un ragazzo normale, debole e con problemi nelle relazioni sociali. I motivi per cui viene catapultato via dal suo mondo pieno di insoddisfazioni sono i più svariati: il protagonista muore e si risveglia da un’altra parte del piano esistenziale; in altri casi questo viene invocato da un regno fantasy in pericolo che ha bisogno di un eroe; il soggetto trova una grotta, un tunnel o un tempio in cui c’è un varco dimensionale; il protagonista muore a un certo punto della sua vita piena di rimorsi e gli viene offerta una nuova opportunità per cui si risveglia nel suo stesso corpo ma indietro di tantissimi anni nel tempo in modo che possa riparare a tutti gli errori commessi. Le varianti utilizzate nelle narrazioni sono tantissime.
Uno dei fattori che appassiona maggiormente i lettori è lo sviluppo personale del protagonista. Da individuo debole e sfigato, una volta giunto in un mondo diverso, per sopravvivere si trova costretto a combattere e quasi sempre scopre che in quel contesto possiede o può sviluppare dei poteri sovrannaturali. Questi poteri possono essere ottenuti tramite rigidi allenamenti in cui la pratica di arcane arti marziali porta allo sviluppo sia fisico che spirituale (in questo troviamo l’elemento Wuxia). Durante queste evoluzioni si pongono innanzi al protagonista nemici sempre più forti e situazioni sempre più difficili che lo portano a superare i limiti umani posti dal mondo di provenienza.
Altro elemento spesso comune a queste storie (riscontrate soprattutto nei webtoons) è la trascendenza dell’eroe: quando questo raggiunge nuovi livelli di consapevolezza e di padroneggiamento di tecniche esoterico-marziali spesso trova il modo di raggiungere piani di esistenza superiori in cui poter continuare la propria evoluzione o che gli consentono anche di programmare la propria reincarnazione o di ottenere un corpo superiore.
Quasi sempre l’allenamento marziale iniziale è di tipo fisico spirituale ed è uguale a quelli che si possono praticare nel nostro mondo. Per sorpassare i livelli di umana tolleranza e sconfinare nei livelli divini (spesso definiti in inglese realms) il protagonista deve assumere delle medicine, spesso pillole (pills), deve assorbire l’energia di pietre o cristalli e deve avvalersi di manoscritti speciali da cui imparerà i segreti di antichi maestri o di sette e di clans. Non di rado vengono impiegate anche delle rare sostanze ottenute dai mostri uccisi.
La meditazione (chiamata cultivation) è la chiave per l’elevazione ed è comune a tutti i piani di esistenza.
Spesso le narrazioni coinvolgono esseri demoniaci o divinità che si spostano dai loro reami e cercano di attaccare o difendere i regni abitati dagli umani: infatti un altro fattore comune a più storie Isekai e Wuxia è una cosmologia che ha come forma semplice alla base il regno degli inferi, nel livello medio quello degli umani e nel superiori quello divino. Nei webtoons coreani e cinesi questa suddivisione è più complessa in quanto il regno abitato dagli umani ha più piani di esistenza, dal meno elevato a quello più vicino al reame delle divinità che anch’essa possiede più piani di esistenza. Per ascendere bisogna essere stati virtuosi (ancora meglio se bravi coltivatori dello spirito e del corpo) per poi rinascere nei piani superiori oppure vi si può accedere da vivi se raggiunti altissimi livelli di consapevolezza attraverso la meditazione e le arti marziali ed esoteriche oppure attraverso dei portali magici. Spesso nei Wuxia fantasy l’obiettivo dell’eroe non è tanto l’annientamento del nemico quanto il diventare sempre più forte e potente per potersi avvicinare all’immortalità (gods realms).

Anche il settore videogames apprezza tantissimo questo connubio tra Isekai e Wuxia, soprattutto per quanto riguarda i giochi MMORPG fantasy da giocare online. A questi infatti si sono ispirati diversi webtoons e ve ne sono inoltre alcuni che proiettano le narrazioni nei videogames stessi in un futuro prossimo in cui i mondi virtuali sono quasi identici a quello reale.

Tra i principali filoni proposti dall’Isekai giapponese vi è quello fantasy cavalleresco misto a elementi tipici dei giochi di ruolo come Dungeons&Dragons: gli eroi vengono catapultati in mondi paralleli o virtuali ove si ritrovano a combattere mostri di vario tipo, draghi, goblins, vampiri, lupi mannari e altre creature tipiche del genere. I protagonisti impersonano quasi sempre gli stereotipi del cavaliere, del ladro, del mago, del chierico o del guaritore e si avventurano in squadre dentro i dungeons (caverne profonde) alla ricerca di tesori o castelli dove vivono i cattivi di turno.

Clicca su questo link per vedere una lista delle opere Isekai più popolari (lingua inglese).

Con una semplice ricerca si possono trovare anche i webtoons Wuxia fantasy più popolari (vedi ultima foto nella galleria sottostante).

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.